LA RAPPRESENTAZIONE

ZOGANDO A TRESETE “2001”

TRAMA

In un paese del Veneto, agli inizi del 1800, vive la marchesa Ernestina D’Arbay, vedova di un generale francese. Ella ha avuto , nella sua gioventù “un po’ burascosa”, una figlia, Catina, non riconosciuta dal padre. La giovane, ormai ventenne, ama riamata il conte Ascanio Roversi, ma, perché il matrimonio avvenga, bisogna trovarle un padre che la riconosca. Ed è Toffolo Meravegia, fattore della marchesa e deus ex-machina della vicenda, che, presosi a cuore la sorte dei due giovani, si fa rivelare da Ernestina il nome del presunto padre, Lunardo Antian, e si reca a trovarlo per convincerlo a fare il suo dovere.

Lunardo, vecchio burbero ed intrattabile, “un orso de omo che no ghe n’è de compagni”, nega ogni responsabilità, anzi afferma che non è stato l’unico ad averla conosciuta ed apprezzata . Infatti quando giungono due suoi amici per la consueta “partia de tresete”, cui mancando il quarto partecipa anche Toffolo, si scopre che anche loro sono stati “morosi” della giovane marchesa nello stesso periodo di Lunardo.

Dopo uno scontro piuttosto acceso, ognuno di loro si sente tradito dall’altro, la voglia di paternità contagia poco a poco tutti e tre, ma …quale sarà il vero padre? Di più è meglio non raccontare, lo scoprirete con noi. Possiamo solo anticiparvi che la commedia, come nella migliore tradizione, è rigorosamente a lieto fine.

NOTE DI REGIA

Ho considerato questo copione come  una vecchia ricetta del 1947 firmata Emilio Baldanello e che recitava: “Prendete una matura vedova, ancora piacente ed “aliegra”, due giovani e teneri innamorati, un fattore sensibile, solerte e determinato, tre anziani signori con in comune l’amore per il tresette e, in gioventù, quello per la stessa donna, un maggiordomo canterino e due cameriere piuttosto particolari. Mescolate  bene il tutto e, dopo ripetute prove, otterrete uno spettacolo scoppiettante, saporito, spiritoso e al tempo stesso commovente: “ZOGANDO A TRESETE.”

Questo è quello che hanno tentato di fare (ci saranno poi riusciti?) i duttili attori della Teatronsieme che si presentano in una veste un po’ inedita: per la prima volta in una commedia non corale e in numero ben più esiguo, ma pur sempre desiderosi di divertirsi recitando e di riuscire ad arrivare al cuore del proprio pubblico.

Gabriella Loss

Locandina

FOTO

PERSONAGGI E INTERPRETI

Gabriella Loss
Gabriella LossRegista
Rita Busin
Rita BusinErnestina Gidoni
Gian Stupiggia
Gian StupiggiaLunardo Antian
Marco Stupiggia
Marco StupiggiaAscanio Roversi
Caterina Valle
Caterina ValleMarina
Silvia Bozzetto - Lara Carollo
Silvia Bozzetto - Lara CarolloCatina sua figlia
Lorenzo Bozzetto
Lorenzo BozzettoGregorio Spinaci
Luigina Dalle Rive
Luigina Dalle RiveCecilia
Valerio Donà
Valerio DonàToffolo Meravegia
Francesco Zanin
Francesco ZaninCheco Sorbola
Mirto Testolin - Fabiano Zambon
Mirto Testolin - Fabiano ZambonBernardo