LA RAPPRESENTAZIONE

L’Arrivo della Reliquia 1656 a Zugliano

La rievocazione storica, che ha avuto la sua 1° edizione nell’anno giubilare 2000 su idea di Nazzareno Leonardi, narra il fatto straordinario della donazione di una preziosa reliquia del Santo di Padova al Comune e alla Parrocchia di Zugliano, da parte del vescovo Giorgio Corner, nel 1656.
Essendo molto accresciuta, soprattutto dopo la peste del 1630, la fede in S. Antonio da Padova ,la Serenissima Repubblica di Venezia chiese di avere una reliquia per la Basilica della Madonna della Salute così le fu donato l’osso radio e i frammenti prodotti dal taglio dell’osso furono racchiusi in un bossolo d’argento e solennemente donati a Zugliano, che pur essendo in territorio vicentino era ed è nella diocesi di Padova.
Esiste ancora nell’archivio parrocchiale il documento originale che riporta una descrizione minuziosa dei fatti redatta dal notaio Gasparo Turco di Thiene che stilò anche il verbale del Consiglio comunale di allora e raccontò le vicende della consegna della Reliquia ai delegati della parrocchia e del comune e lo slancio di fervore del parroco don Lazzaro Lazzaroni che organizzò per riceverla imponenti festeggiamenti.
Dunque un fatto storico ,raccontato nei luoghi dove avvenne, nel prato e nel sagrato di una pieve millenaria, sotto forma di rappresentazione teatrale, con gli attori della locale compagnia TEATROINSIEME in prima fila e molti personaggi avvolti in splendidi costumi d’epoca seicenteschi ispirati a disegni della costumista Beatrice Ballarin di Padova e di Gabriella Loss e realizzati dalle sarte modelliste Bertilla Zanocco di Thiene, Isea Borgo, Rosalia Versiaggi , Maria Comparin ,Miriam Eberle e da tante altre parrocchiane volonterose.

Alla regista Gabriella Loss il compito di descrivere l’evento:
“Immaginate una calda serata di inizio estate , un’antica Pieve del Mille con un grande sagrato cinto da mura e sul prato antistante molti uomini, donne e bambini che si aggirano stranamente vestiti, quasi personaggi usciti da un libro illustrato. Ecco l’ambientazione emozionante de “L’Arrivo della Reliquia”, una rappresentazione teatrale che attraverso tre quadri: la peste, l’annuncio, la festa, ripropone uno spezzato di storia zuglianese attinto non solo nei tanti libri che ne hanno parlato, ma anche nel cuore e nella mente di chi lo ha pensato in forma drammatica.
Zugliano dunque o “Zoian” come si chiamava allora; la pieve di Santa Maria; il 1630: la decimazione della popolazione a causa della peste; l’annuncio e la consegna della preziosa reliquia di S. Antonio donata alla Parrocchia e al Comune dal vescovo di Padova, grazie all’interessamento del Cattedratico della Basilica del Santo, Monsignor Dondi Dell’Orologio.
Questa la linea conduttrice del racconto vestito da luci suggestive e sorretto da bellissime musiche dell’epoca. Il resto… ognuno lo vivrà personalmente quando si sentirà trascinare mente e corpo in un mondo che, dopo “L’Arrivo della Reliquia”, sentirà sicuramente anche suo.”.

(dal 2000 ripetuta con cadenza biennale)

Locandine

FOTO

Foto – La Peste

Foto – L’annuncio 1656

Foto – L’arrivo della Reliquia

Foto – La Festa

PERSONAGGI E INTERPRETI

Gabriella Loss
Gabriella LossREGISTA
Gianni Dalla Ricca
Gianni Dalla RiccaVoce Narrante
Gian Stupigia
Gian StupigiaDon Lazzaro Lazzaroni
Alfredo Vian
Alfredo VianPaulo Polga delegato
Nazzareno Leonardi
Nazzareno LeonardiNobile G.B. Zoiano I°
Silvia Bozzetto
Silvia BozzettoDonna del paese
Damiano Brazzale - Terenzio Artuso
Damiano Brazzale - Terenzio ArtusoCarlo Canaglia chierico
Valerio Donà
Valerio DonàDecano Donà Zen
Alessandra Binotto
Alessandra BinottoDonna del Paese
Francesco Zanin
Francesco ZaninMerzaro Zuanne
Gianni Dalla Ricca
Gianni Dalla RiccaToni
Renato Caretta - Francesco Lobba
Renato Caretta - Francesco LobbaNotaio Gaspare Turco
Fabiano Zambon
Fabiano ZambonFabbriciere
Luisa Illesi
Luisa IllesiDonna del paese
Antonio Simoni
Antonio SimoniCampanaro
Lara Carollo
Lara CarolloMarietta